de fr it

Wyrsch

Antica fam. di Untervaldo, attestata a Nidvaldo fin dal tardo ME. In ragione del loro status di antico casato, i W. godevano del diritto di cittadinanza nell'intero Untervaldo (Obvaldo e Nidvaldo) e potevano partecipare alla Landsgemeinde di entrambe le valli. Originari di Emmetten, si diffusero a Nidvaldo già nel tardo ME. Il primo esponente noto è Nikolaus, menz. nel 1366 come testimone. Nel 1399 Johann acquistò diritti di pesca a Stansstad. La fam. acquisì influenza in occasione dell'affare di Ringgenberg (1380-81). Nel XVI sec. dalla linea di Emmetten ebbe origine il ramo di Buochs, che annoverò Consiglieri, giudici e capi della comunità di villaggio e assurse a posizioni di rilievo nel patriziato cittadino, diventando una delle principali fam. dirigenti di Nidvaldo. Dal XVIII sec. contò anche medici, come Jakob (->) e suo figlio omonimo Jakob (->), nonché artigiani, commercianti e artisti, tra cui Johann Melchior (->). I rappresentanti della linea di Emmetten ottennero anche la "cittadinanza" nella Ürte di Beckenried e fino al XX sec. la maggior parte di essi vissero di agricoltura. In epoca moderna per il ramo di Buochs si impose prevalentemente la grafia Wyrsch e per quello di Emmetten e Beckenried la forma Würsch. Melchior (->), Alois (->) e Alfred (->) furono deputati nidvaldesi al Consiglio nazionale. Jakob (->), Consigliere agli Stati, si distinse anche nel campo della ricerca storica locale.

Riferimenti bibliografici

  • StANW
  • StASZ
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 7, 695-703
  • F. Niederberger, Die Bereinigung der Schreibweise der Familiennamen in Nidwalden, 1951 (presso StANW)