de fr it

FriedrichDessauer

19.7.1881 Aschaffenburg (Baviera), 16.2.1963 Francoforte sul Meno, catt., cittadino ted., dal 1948 di Grossguschelmuth (oggi com. Gurmels). Figlio di Philipp, consigliere commerciale, e di Elise Vossen. Nel 1897, a soli 16 anni, costruì un'apparecchiatura radiologica tecnicamente migliore di quella descritta da Wilhelm Conrad Röntgen, che l'anno precedente aveva scoperto i raggi X. Dal 1899 studiò elettrotecnica e fisica a Monaco e Darmstadt, conseguendo il dottorato nel 1917 a Francoforte sul Meno. In quegli anni fondò una ditta di apparecchiature radiologiche e tenne conferenze sull'uso dei raggi X a scopo diagnostico e terapeutico. Professore onorario di basi fisiche della medicina (dal 1920) nonché responsabile dell'ist. e ordinario della facoltà di scienze naturali (fino al 1934) all'Univ. di Francoforte, nel 1918 aderì al partito del centro e presiedette il consiglio patriziale di Francoforte. Dal 1923 si oppose al partito nazionalsocialista del lavoro come pubblicista dalle pagine del quotidiano Rhein-Mainische Volkszeitung, fondato nello stesso anno. Dal 1924 al 1933 fu deputato dell'ala sinistra della frazione del centro al Reichstag. Nel 1933 si rifiutò di votare a favore del conferimento dei pieni poteri a Hitler; per questo motivo fu più volte arrestato e trascorse ca. otto mesi in prigione. Nel 1934 seguirono il ritiro del passaporto, la sospensione dalle sue funzioni, il collocamento a riposo e persecuzione per motivi razziali; i suoi beni furono confiscati e le pubblicazioni sottoposte a censura. Nello stesso anno fu invitato dall'Univ. di Istanbul a costituire un ist. di radiologia; nel 1937 fu nominato ordinario di fisica sperimentale all'Univ. di Friburgo. Nel 1953 rientrò a Francoforte. D. dedicò gran parte della sua vita allo studio degli effetti biologici delle radiazioni e pubblicò numerosi saggi, tra cui Der Fall Galilei und wir (1943), Seele im Bannkreis der Technik (in collaborazione con Xavier von Hornstein, 1945) e Religion im Lichte der heutigen Naturwissenschaft (1950).

Riferimenti bibliografici

  • K. Tuchel, Die Philosophie der Technik bei F. Dessauer, 1964
  • F. Dessauer 1881-1963, 1981
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.7.1881 ✝︎ 16.2.1963