de fr it

Gassmann

Fam. di editori e stampatori, originaria della regione di Lucerna ma residente a Soletta (dove è menz. dal 1615) e a Bienne. Franz Josef (->) nel 1780 ricevette in concessione la tipografia di Stato solettese; suo figlio Franz Joseph (1783-1859) fondò una ditta in proprio. Entrambi avevano svolto in precedenza un'attività nell'editoria. Principale esponente del ramo di Soletta e fondatore della linea di Bienne fu Franz Joseph Amatus (->), che a Bienne pubblicò dal 1850 il Seeländer Bote (dal 1904 Bieler Tagblatt). Nel 1863 Franz Wilhelm (->) fondò la Feuille d'Avis de Bienne (dal 1871 Journal du Jura). Nel 1903 la ditta acquistò il Tagblatt der Stadt Biel (in origine schierato su posizioni radicali di sinistra e socialiste) e nel 1955 il foglio bilingue Express, assumendo così per un certo tempo il monopolio giornalistico nella città. Willy (1921-1992) puntò soprattutto sulla produzione di stampati e nel 1989 allestì un nuovo centro tipografico al Bözingenfeld di Bienne. Diretta dalla settima generazione, nel 2005 l'impresa (soc. per azioni dal 1975) contava ca. 300 dipendenti.

Riferimenti bibliografici

  • F. Allimann-Laubscher, Die Gassmann von Solothurn und Biel, ms., 1968 (presso StABE)
  • Bieler Jahrbuch, 1992, 147
  • Bieler Tagblatt, 20.12.1999
  • W. e M. Bourquin, Biel, stadtgeschichtliches Lexikon, 1999, 155 sg.