de fr it

Chiffelle

La fam. C., originaria di Nods, dove è menz. sin dall'inizio del XV sec., si ramificò in tutta la regione e in particolare, tra la fine del XV e l'inizio del XVI sec., a La Neuveville. Un altro ramo si stabilì dapprima a Bienne, poi, alla fine del XVI sec., a Berna; qui, con il nome germanizzato di Tschiffeli, ebbe un ruolo di primo piano in seno al patriziato. A La Neuveville numerosi C. furono, spec. nel XVIII sec., pastori, Consiglieri, borgomastri e ufficiali al servizio straniero. Abraham (1698-1754), alleato dei de Treytorrens, fu il capostipite del ramo principale, che si distinse in particolare grazie a Jacob Georges (->) e a suo figlio Georges-Henri (1807-1879), avvocato, procuratore e deputato al Gran Consiglio bernese (1847-54). Nel 1816 questo ramo venne accolto nella cittadinanza di Berna e adottò la versione ted. del nome di fam.

Riferimenti bibliografici

  • APatr La Neuveville
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 7, 945-948
  • O. Clottu, «Les familles de la Neuveville, leur origine et leur destinée», in Actes SJE, 1949, 83-101
  • T. R. Frêne, Journal de ma vie, a cura di A. Bandelier et al., 5, 1993, 398-400