de fr it

Max WilhelmGötzinger

4.11.1799 Neustadt bei Stolpen (Sassonia), 2.8.1856 Bad Oeynhausen (Vestfalia), luterano, di Neustadt. Figlio di Wilhelm Lebrecht, pastore luterano, e di Charlotte Bielitz. Johanna Kirchhofer, figlia di Johann Jakob, commerciante. Dopo gli studi di teol. a Lipsia (1818-21), fu precettore a Buchholz bei Annaberg, insegnante di lingua e letteratura ted. all'Ist. Fellenberg di Hofwil (dal 1824) e alla scuola superiore di Sciaffusa (dal 1827) nonché professore al Collegium humanitatis di Sciaffusa (1837-51), incarico che lasciò per motivi di salute. Fu autore di un libro di grammatica e di ortografia che ebbe grande successo (Die Anfangsgründe der deutschen Rechtschreibung und Satzzeichnung in Regeln und Aufgaben, 1827), di testi didattici come Die deutschen Dichter (1831-1832) e di studi su diversi dialetti. Considerato un sostenitore dell'approccio psicologico nell'insegnamento delle lingue, promosse l'uso della lingua materna nelle scuole superiori. Nel 1838 l'Univ. di Basilea gli conferì il dottorato h.c. e nel 1841 divenne cittadino onorario di Sciaffusa.

Riferimenti bibliografici

  • J. Meyer, «Dr. M. W. Götzinger», in Schriften des Vereins für Geschichte des Bodensees, 40, 1911, 141-247
  • E. Rüedi, «M. W. Götzinger», in SchBeitr., 33, 1956, 260-269
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.11.1799 ✝︎ 2.8.1856