de fr it

Françoise-Louise deWarens

31.3.1699 Vevey, 29.7.1762 Chambéry, rif., dal 1726 catt. Figlia di Jean-Baptiste de la Tour, nobile di Le Châtelard (oggi com. Montreux), e di Jeanne Louise Warnery. (1713) Sébastien-Isaac de Loys, membro del Consiglio di Vevey, assessore balivale e signore di Vuarrens (divorzio nel 1727). Nel 1725 assunse la direzione di una fabbrica di calze di seta e imbastiture di cappelli a Vevey, che fallì l'anno seguente. Rifugiatasi in Savoia per sottrarsi allo scandalo, nel 1726 abiurò il protestantesimo e si pose sotto la tutela di Vittorio Amedeo II, re di Piemonte-Sardegna. Fu amante e protettrice di Jean-Jacques Rousseau, a cui ispirò La nuova Eloisa.

Riferimenti bibliografici

  • A. de Montet, Madame de Warens et le Pays de Vaud, 1891
  • E. Ritter, «Madame de Warens, son ascendance, ses lettres, ses portraits», in RHV, 1924, 284-288
  • A. Noschis, Madame de Warens, 2012
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 31.3.1699 ✝︎ 29.7.1762
Classificazione
Economia e mestieri