de fr it

GuidoLocarnini

16.1.1919 Bellinzona, 12.11.2019 Lugano, cattolico, di Monte Carasso. Figlio di Nicola Locarnini, direttore dell'XI circondario delle PTT, Granconsigliere, e di Caterina nata Croce. (1948) Gabriella Brunetti. Dopo le scuole a Bellinzona e il liceo Papio ad Ascona, studiò a Berna, Heidelberg e di nuovo a Berna, dove nel 1946 conseguì il dottorato in germanistica; in seguito studiò diritto. Nel 1948 fu collaboratore giuridico alla Raccolta sistematica del diritto federale. Dal 1950 al 1966 lavorò (prima a Berna, poi a Lugano) per l'agenzia di stampa Corrispondenza politica svizzera. Nel 1966 fu incaricato della realizzazione del complesso editoriale del Corriere del Ticino, fino ad allora stampato da altri. Ne assunse la direzione nel 1969, mantenendo l'incarico fino alla fine del 1982. Presidente di Coscienza svizzera dal 1966 al 1984, dal 1986 al 1990 diresse il corso di giornalismo della Svizzera italiana, istituito dal cantone. Con Carlo Viscardi (presidente della Camera di commercio) e Luigi Giussani promosse la fondazione dell'Associazione industrie ticinesi (AITI).

Riferimenti bibliografici

  • Il problema etnico ticinese, 1955
  • M. Agliati, La storia del «Corriere del Ticino», 2 voll., 2003 (specialmente vol. 2, 1383-1458)
  • Corriere del Ticino, 16.11.2019 (necrologio)
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.1.1919 ✝︎ 12.11.2019

Suggerimento di citazione

Genasci, Pasquale: "Locarnini, Guido", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.12.2019. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041568/2019-12-13/, consultato il 07.05.2021.