de fr it

GregorWentzel

17.2.1898 Düsseldorf, 12.8.1978 Ascona, cittadino ted., dal 1940 di Zurigo, dopo il 1948 cittadino statunitense. Figlio di Josef, impiegato di banca, e di Anna Joesten. Anna Lauretta Wielich, di Düsseldorf. Studiò matematica e fisica alle Univ. di Friburgo in Brisgovia, Greifswald e, dal 1920, di Monaco di Baviera, dove conseguì il dottorato (1921) e l'abilitazione (1922). Fu professore straordinario di fisica matematica all'Univ. di Lipsia (1926), professore ordinario all'Univ. di Zurigo (successore di Erwin Schrödinger, 1928-48), pres. della Soc. sviz. di fisica (1945-47) e professore ordinario all'Univ. di Chicago (1948-70); nel 1970 rientrò in Svizzera. A Monaco fu tra i collaboratori di Arnold Sommerfeld nell'indagine della vecchia teoria dei quanti ed ebbe il primo incontro con Wolfgang Pauli e Werner Heisenberg. Dopo che Schrödinger ebbe perfezionato la teoria della meccanica quantistica (1926), W. sviluppò indipendentemente da Léon Brillouin e Hendrik Anthony Kramers il cosiddetto metodo di Wentzel-Kramers-Brillouin, un'approssimazione semiclassica che acquisì importanza in numerosi ambiti. Con la nomina di Pauli al Politecnico fed. (1928), Zurigo divenne un centro della fisica teorica. Durante la guerra W. tenne anche le lezioni di Pauli. La sua Einführung in die Quantentheorie der Wellenfelder (1943) costituisce la prima descrizione della teoria quantistica dei campi. Fu insignito del dottorato h.c. del Politecnico fed. di Zurigo (1966) e della medaglia Max Planck (1975).

Riferimenti bibliografici

  • G. Rasche, H. H. Staub, «Physik und Physiker an der Universität Zürich», in Vierteljahrsschrift der Naturforschenden Gesellschaft in Zürich, 124, 1979, 205-220
  • Deutsche biographische Enzyklopädie, 10, 20082, 437
  • National Academy of Sciences, Biographical Memoirs, 2009.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.2.1898 ✝︎ 12.8.1978