de fr it

Arter

Fam. di contadini e artigiani, attestata per la prima volta a Hottingen (oggi com. Zurigo) attorno al 1600. Il ramo fondato da Salomon (1759-1819), che nel 1804 sposò Anna Weber, figlia di Daniel, maestro di corporazione e amministratore di baliaggio a Rüti (ZH), conobbe un'importante ascesa sociale. Assieme al fratello Heinrich (1765-1851), membro del Gran Consiglio zurighese dal 1812 al 1830, Salomon fondò nel 1799 una ditta per il commercio di tessili, spezie e altri prodotti, che Heinrich diresse fino al 1831. Nel 1805 i due fratelli furono inoltre tra i soci fondatori del setificio Zeller & Co; dal 1788 essi furono proprietari di una tenuta a Hottingen, denominata in seguito Artergut. Il figlio omonimo di Salomon (1806-1861) diresse l'azienda fam. dal 1831 al 1856; dal 1835 l'attività della ditta si concentrò sul commercio di filati di seta e cotone. La sorella di Salomon, Sophie Regula (1811-1860), sposò Johann Caspar Bleuler. Questo ramo della fam. si estinse con la generazione successiva. Gli ultimi esponenti della fam. furono Emil (1842-1874), che nel 1874 aprì una ditta per il commercio all'ingrosso di seta grezza, e suo fratello Adolf (1843-1923), che nel 1871 comprò la filatura di cotone di Matzingen, da lui diretta fino alla sua vendita (1896). La sorella di Emil e Adolf, Emma Auguste (1839-1909), sposò Carl Abegg (1836-1912). Adolf lasciò l'Artergut in eredità alla città di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Chronik der Kirchgemeinde Neumünster, 1889, 612 sg.
  • NZZ, 1924, n. 311
  • Archivio svizzero di genealogia, 3, 1948-1956, 251-256