de fr it

TitusBurckhardt

24.10.1908 Firenze, 15.1.1984 Losanna, rif., poi mus., di Basilea. Figlio di Carl (->). (1939) Edith Lydia Gonin. Compì studi di storia dell'arte e orientalistica a Basilea (senza laurearsi). Dapprima fu attivo come disegnatore, poi quale editore e scrittore. Dal 1933 al 1934 soggiornò in Marocco; dal 1942 diresse la casa editrice Urs Graf-Verlag a Olten. Tra il 1972 e il 1978 si occupò per conto dell'UNESCO della salvaguardia del profilo cittadino di Fès (Marocco), nel 1976 fu incaricato dal World of the Islam Festival di scrivere un'opera sull'arte islamica. Il re d'Arabia Saudita si avvalse della sua consulenza durante i lavori di costruzione dell'Univ. della Mecca. Autore di scritti sulla storia dell'arte medievale europea e sulla cultura islamica (spec. sul sufismo e sull'alchimia), fu attivo anche come traduttore di opere arabe.

Riferimenti bibliografici

  • NZZ, 17.2.1984 (necrologio)
  • BaZ, 16.1.1999
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.10.1908 ✝︎ 15.1.1984