de fr it

Elektrowatt

L'Elektrowatt fu fondata a Zurigo nel 1895, con il nome di Elektrobank, dalla Allgemeine Electrizitäts-Gesellschaft (AEG) di Berlino, che cercava nuovi sbocchi di mercato per la propria produzione. La banca, costituita in holding, si poneva come obiettivo il finanziamento, la costruzione e la gestione di imprese elettriche. Nei primi anni, l'attivo fu investito soprattutto in Germania (50%) e in Italia (20%). Dopo la prima guerra mondiale, a causa dell'inflazione, furono effettuate due riduzioni di capitale allo scopo di risanare l'attività. Successivamente l'Elektrobank ridusse il suo impegno in Germania a favore di attività in Spagna, Francia e negli Stati Uniti. Quando la presenza sul mercato intern. dell'elettricità divenne più difficile a causa della seconda guerra mondiale, l'impresa partecipò in misura maggiore alla costruzione di centrali elettriche nelle Alpi. Il mutamento della ragione sociale in Elektrowatt, avvenuto nel 1946, sancì l'apertura dell'azienda alle attività industriali, già decisa nel 1935. Divenuta holding industriale, l'Elektrowatt non era più sottoposta alla legge sulle banche. Nel 1969 acquisì una partecipazione del 51% alla Elektrizitäts-Gesellschaft Laufenburg, assumendo, attraverso l'interconnessione elettrica, una importante posizione sul piano intern. Attorno al 1975 investiva all'estero ormai solo un terzo dell'attivo. La Elektrowatt ebbe pure partecipazioni nelle centrali atomiche di Gösgen e di Leibstadt (Energia atomica). Dal 1985 la maggior parte del fatturato totale derivò dal settore industriale, anche se i ricavi del settore energia rimasero preponderanti. L'utile annuo aumentò da 2,8 milioni di frs. nel 1947 a 212 milioni nel 1993; questo limite alla fine del XX sec. non era ancora stato eguagliato. Lo stretto legame con il Credito sviz. durò fino al 1998, anno in cui la Elektrowatt fu divisa in una holding germano-sviz. dell'energia (Watt AG) e una holding industriale, integrata come Siemens Building Technologies nel grande gruppo ted.

Riferimenti bibliografici

  • A. Steigmeier, Power on, 1995
  • B. Bonhage, Unternehmerische Entscheidungen im Spannungsfeld gesamtwirtschaftlicher Entwicklungen, mem. lic. Zurigo, 1998
Link
Controllo di autorità
GND