de fr it

Luwa

Nel 1935 Hans e Walter Bechtler fondarono a Zurigo la Luwa AG (da Lu[ft], aria, e Wa[erme], calore), attiva nella vendita di impianti di aerazione e riscaldamento. Nel corso della seconda guerra mondiale la Luwa produsse e distribuì impianti di ventilazione per la protezione antiaerea e filtri per maschere antigas e divenne un'impresa a carattere industriale. Già durante la guerra cominciò a operare nei settori dell'aerazione per stabilimenti tessili e della climatizzazione, in cui dopo il 1946 divenne un'azienda leader, dotata di una rete produttiva e distributiva su scala mondiale. Nel contempo sviluppò prodotti legati all'impiantistica di processo (evaporatore a film sottile, essiccatoio a polverizzazione) e avviò la produzione di componenti. La crisi petrolifera del 1973 comportò una riduzione del personale e della gamma di prodotti e una razionalizzazione e riorganizzazione dell'azienda, che dal 1983 concentrò l'attività sulle tecniche di climatizzazione, di filtraggio e di aerazione in campo tessile. Nuovi problemi di sbocco commerciale derivarono dallo spostamento dell'industria tessile verso l'Asia. I dipendenti (in Svizzera/nel gruppo) erano 9 nel 1935, ca. 60 nel 1940, 700 nel 1956, 1631/4713 nel 1974, 554/1598 nel 1984, 2665 (in totale) nel 1998, 320/2179 nel 2004. Da 7,9 milioni di frs. di fatturato nel 1949 la Luwa passò a 165/441 milioni nel 1974, 112/240 nel 1984, 556 (in totale) nel 1998 e 100/403 nel 2004. Dal 1976 appartenente alla holding Hesta, controllata dalla fam. Bechtler, nel 1993 fu integrata nella Zellweger Luwa AG. Dal 2005 le singole soc. affiliate all'estero sono state vendute, mentre quella sviz. (escluso il ramo tessile) è stata per gran parte rilevata dall'Aar e Ticino SA (Atel).

Riferimenti bibliografici

  • D. Zimmermann, Luwa 1935-1985, 1986