de fr it

Maschinenfabrik Rüti

Fabbrica fondata nel 1842 da Caspar Honegger quale officina meccanica produttrice del cosiddetto telaio Honegger. Nel 1847 il centro di produzione venne trasferito a Rüti (ZH), dove sull'onda del suo sviluppo confluirono numerosi lavoratori dalla Svizzera centrale e dall'Italia. Dopo la morte del fondatore, nel 1886 l'azienda Caspar Honegger a Rüti fu trasformata nella soc. anonima Maschinenfabrik Rüti, che divenne una delle maggiori imprese a livello mondiale nel settore della produzione di macchine tessili. Le prime filiali estere sorsero a partire dal 1890 nei Paesi confinanti; dal 1914 l'azienda si espanse fra l'altro a Mosca, Manchester, Damasco e Costantinopoli, dal 1930 soprattutto in Sudamerica, India, Sudafrica e Australia. Particolarmente innovativi furono i telai automatici (sviluppati dal 1898), le prime macchine tessili prive di sovrastruttura (ca. 1935) e le macchine per tessere a getto d'aria senza navetta (dal 1966), che entro il 1982 avrebbero guadagnato un quarto del mercato mondiale. L'azienda fu rilevata nel 1969 da Georg Fischer (+GF+) e nel 1982 da Sulzer. Insuccessi sul piano innovativo determinarono dal 1996 licenziamenti in serie e l'abbandono del marchio Rüti. Dopo il 2003 a Rüti è rimasta solo la direzione del gruppo it. Itema Group, che ha integrato la Sulzer Textil Ltd. Il numero degli impiegati è passato da 677 nel 1886 a 1566 nel 1914, a 2080 nel 1929, 2050 nel 1967, 650 nel 1998 e a ca. 100 nel 2003.

Riferimenti bibliografici

  • 100 Jahre Honegger-Webstühle, 1942
  • 125 Jahre Webereimaschinen, 1967

Suggerimento di citazione

Leonhard, Martin: "Maschinenfabrik Rüti", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.10.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041807/2009-10-29/, consultato il 28.11.2020.