de fr it

Crossair

La Crossair AG nacque nel 1978 dall'impresa di aerotaxi Business Flyers Basel AG fondata da Moritz Suter, ex pilota di Swissair. Pur possedendo inizialmente solo tre licenze per voli di linea, Crossair divenne una delle più importanti compagnie aeree regionali in ambito europeo (oltre 100 destinazioni nel 2001). Nel 1982 Crossair diede avvio alla collaborazione con Swissair, che nel 1988 acquisì una partecipazione finanziaria nell'impresa e nel 1991 divenne azionista di maggioranza (71% del capitale azionario nel 1996). Nel 2001 gli istituti bancari Unione di banche svizzere (UBS) e Credit Suisse Group rilevarono dalla Swissair sull'orlo del fallimento il pacchetto azionario Crossair. La nuova Crossair, grazie a un'iniezione di capitali superiore a quattro miliardi di frs. da parte della Confederazione, dei cantoni e di privati del settore industriale e bancario, subentrò alla Swissair, di cui rilevò parte della flotta e dei diritti di volo. Dal 2002 il nome ufficiale dell'azienda è Swiss International Air Lines.

Riferimenti bibliografici

  • Lüchinger, René: Der Fall der Swissair. Das Drama, der Untergang, die Akteure, 2001.
  • Moser, Sepp: Bruchlandung. Wie die Swissair zugrunde gerichtet wurde, 2001.
Completato dalla redazione
  • Meyer, Benedikt: Im Flug. Schweizer Airlines und ihre Passagiere, 1919-2002, 2015.
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Brassel-Moser, Ruedi: "Crossair", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.03.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041832/2004-03-11/, consultato il 15.06.2021.