de fr it

Sprecher + Schuh

Nel 1900 Carl Sprecher e Hans Fretz rilevarono la fabbrica di apparecchiature elettriche Orion AG ad Aarburg, ridenominandola Fabrik elektrischer Apparate Sprecher & Fretz. L'azienda produceva interruttori a corna, sviluppati da Sprecher, e valvole ad alta e bassa tensione. Nel 1901 la ditta venne trasferita ad Aarau; dopo l'entrata di Heinrich Schuh nel 1902 fu ribattezzata Sprecher + Schuh AG. Fino alla seconda guerra mondiale si espanse nel settore dell'alta e della bassa tensione, aprendo numerose filiali e uffici di rappresentanza nel resto d'Europa. All'inizio degli anni 1980-90 l'impresa, quotata in borsa, conobbe diversi mutamenti di strategia e ristrutturazioni. Nel 1986 cedette al gruppo franc. Alsthom i comparti dell'alta e della media tensione, che costituivano la sua attività primaria, mentre il settore della bassa tensione nel 1993 fu venduto alla Allen-Bradley, una filiale del gruppo statunitense Rockwell. Dopo la cessione del marchio di prodotti elettrici S&S e la focalizzazione sul settore della logistica, nel 1994 la Sprecher + Schuh assunse la denominazione di Swisslog Holding AG. Nel 2010 quest'ultima impiegava 2043 collaboratori, realizzando un fatturato di 615 milioni di frs.

Riferimenti bibliografici

  • A. Roth, G. A. Nabholz, 50 Jahre Sprecher und Schuh, Aarau, 1950
  • NZZ, 8.5.1993; 14/15.5.1994
  • Sonntags-Zeitung, 10.9.1995
  • AA. VV., «100 Jahre Sprecher + Schuh», in Aarauer Neujahrsblätter, 78, 2004, 38-59
Link

Suggerimento di citazione

Sprecher, Daniel: "Sprecher + Schuh", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.07.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041849/2011-07-11/, consultato il 14.05.2021.