de fr it

Maschinenfabrik Burckhardt

Officina meccanica fondata nel 1844 a Basilea da Franz Burckhardt. Inizialmente vennero soprattutto prodotte macchine per l'industria dei nastri di seta, e poi anche per altri settori (in particolare fabbricazione di macchine a vapore). Sotto la direzione di August Burckhardt, figlio del fondatore, nel 1876 fu trasformata in una soc. in accomandita, dedita alla produzione di compressori e pompe a vuoto. Divenuta soc. per azioni nel 1890, l'impresa trasferì l'impianto industriale nel quartiere di Gundeldingen e realizzò compressori ad alta pressione. Dopo la prima guerra mondiale si orientò verso l'industria chimica, producendo tra l'altro centrifughe e supercompressori per la sintesi dell'ammoniaca. Negli anni 1960-70 la M. fu la maggiore produttrice di compressori ad altissima pressione per la fabbricazione di polietilene. Impiegava 131 collaboratori nel 1890, 421 nel 1929, 210 nel 1933, 440 nel 1939, 462 nel 1958 e 502 nel 1968. Nel 1969 venne rilevata dalla Sulzer.

Riferimenti bibliografici

  • G. Rauschenbach, 100 Jahre Maschinenfabrik Burckhardt, 1944
  • H. R. Kläy, «Franz Burckhardt, 1809-1882, August Burckhardt, 1851-1919», in Schweizer Pioniere der Wirtschaft und Technik, 59, 1994

Suggerimento di citazione

Brassel-Moser, Ruedi: "Maschinenfabrik Burckhardt", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.08.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041893/2008-08-22/, consultato il 23.11.2020.