de fr it

Suchard

La fabbrica di cioccolato nel vallon de la Serrière attorno al 1890; gouache di Johannes Weber (Musée d'art et d'histoire Neuchâtel, Fonds Suchard).
La fabbrica di cioccolato nel vallon de la Serrière attorno al 1890; gouache di Johannes Weber (Musée d'art et d'histoire Neuchâtel, Fonds Suchard).

Fondata nel 1826 a Serrières (com. Neuchâtel) da Philippe Suchard, l'omonima fabbrica di cioccolato prese slancio con il figlio Philippe (1834-1883) e poi con il genero Carl Russ (1838-1925), direttore della soc. dal 1884 al 1924. La Suchard meccanizzò la produzione (il cioccolato al latte Milka fu lanciato nel 1901) e si espanse a livello intern. con l'apertura di filiali in Europa (dal 1879) e la concessione a ditte estere (spec. in Romania, Svezia, Canada e Sudafrica) delle sue ricette per la fabbricazione di cioccolato (dal 1922). Nel 1905 divenne soc. anonima e nel 1930, dopo che Willy Russ ebbe venduto le sue azioni, la Suchard SA fu trasformata da azienda fam. in holding. Proseguì il suo sviluppo all'estero così come nella sede di Serrières, dove dal 1826 al 1924 la produzione giornaliera di cioccolato aumentò da 30 kg a 60 t e gli operai passarono da 100 nel 1875 a 920 alla fine degli anni 1960-70. Con Sugus e Suchard Express diversificò i suoi prodotti. Nel 1970 si giunse alla fusione con la Tobler e nel 1982 Klaus Jacobs acquisì la maggioranza del capitale azionario. Nel 1990 la ditta Jacobs Suchard trasferì la produzione di cioccolato da Neuchâtel a Berna; nello stesso anno fu venduta alla Philip Morris. Denominata Kraft Jacobs Suchard (1993), poi Kraft Foods Svizzera (2000), all'inizio del XXI sec. commercializzava ancora prodotti sotto il marchio Suchard.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo Suchard-Tobler presso MAHN
  • C. Lafontant Valloton (a cura di), Le monde selon Suchard, 2009
Link

Suggerimento di citazione

Callet-Molin, Vincent: "Suchard", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.07.2012(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/041958/2012-07-25/, consultato il 22.09.2021.