de fr it

Tornos-Bechler

Fabbrica di torni automatici per filettatura a Moutier, nata dall'acquisizione della Pétermann SA da parte della Tornos (1968, Tornos-Pétermann) e dalla fusione di quest'ultima con la Bechler SA (1974, Moutier Machines Holding), divenuta Tornos-Bechler SA, Fabrique de machines Moutier (1981) e infine Tornos SA (2001). L'origine dell'azienda risale al 1883, quando Nicolas Junker fondò la soc. Junker et Cie. Dalle ceneri di questa impresa, fallita nel 1905, poi amministrata dalla BPS, nel 1911 venne creata una nuova soc. (Usines Tornos, Fabrique de machines Moutier SA nel 1918). Tornos, Bechler e Pétermann contribuirono allo sviluppo di Moutier (posti di lavoro, costruzione di alloggi per operai, centro di formazione professionale), occupando fino a 3000 persone (1974). Il periodo 1980-2000 fu contrassegnato da un calo del personale (1300 persone impiegate nel 2001) e dal totale rinnovo delle tecnologie e dell'azionariato. Nell'arco giurassiano vennero impiantate o acquistate succursali, poi rivendute. Nel 2010 la ditta contava 855 dipendenti (655 a Moutier). I torni fabbricati a Moutier, torni "sviz." o torni "a fantina mobile", si distinguono dai modelli anglosassoni per il fatto che il pezzo da lavorare è condotto verso un utensile fisso e non viceversa.

Riferimenti bibliografici

  • Musée du tour automatique et d'histoire, Moutier
  • S. Zahno, Le développement industriel du tour automatique à Moutier, 1880-1939, mem. lic. Friburgo, 1988
  • L. Marti, «Nicolas Junker, Fabrique de machines, Moutier (1883-1905) ou les difficultés d'une entreprise innovante à la fin du 19e siècle», in Actes SJE, 1999, 298-306