de fr it

Balzers und Leybold

La Gerätebauanstalt Balzers, ditta per la produzione di strumenti di fisica, fu fondata a Balzers (FL) l'11.7.1946 da Max Auwärter, su iniziativa del principe Franz Josef II von Liechtenstein, e con una partecipazione di minoranza di Emil Georg Bührle (oggi Oerlikon-Bührle). Nel 1961 la ditta assunse una nuova ragione sociale (Balzers AG für Hochvakuumtechnik und Dünne Schichten); prodotti innovativi e numerosi brevetti ne fecero il più importante datore di lavoro della regione. Cifra d'affari: 5 milioni di frs. nel 1954, 12 nel 1963, 100 nel 1970, 347 nel 1984, 550 nel 1989, 449 nel 1994. Dipendenti: 100 nel 1950, 800 nel 1962, 1084 nel 1976, 2606 nel 1984, 3900 nel 1990, 2486 nel 1994. Una seconda fabbrica venne aperta nel 1957 a Wartau (San Gallo), mentre filiali sorsero in diversi Paesi. Nel 1976 Auwärter si ritirò e la ditta fu rilevata dalla Oerlikon-Bührle Holding AG. Il 1989 segnò l'inizio della crisi, che comportò una riduzione del personale ma che fu poi seguita da una ripresa. Nel 1994, in seguito alla fusione con la ditta ted. Leybold (a sua volta rilevata dalla Oerlikon-Bührle), è nato il gruppo Balzers und Leybold, divenuto leader mondiale nella tecnica del vuoto spinto e nel trattamento degli strati sottili; nel 1996 il gruppo, che contava 6297 dipendenti, ha realizzato una cifra d'affari di 1,452 miliardi di frs.

Riferimenti bibliografici

  • WIR, Hauszeitschrift der Balzers AG, 1968-1992
  • AA. VV., Balzers, 1976
  • Balzers AG Global Focus, 1993-1995
  • Balzner Neujahrsblätter, 1995, 25-31
  • Resonance, 1995-
  • AA. VV., Fünfzig Jahre Balzers AG , 1996