de fr it

JuliusLandmann

Fotografia realizzata attorno al 1920 (Universitätsbibliothek Basel).
Fotografia realizzata attorno al 1920 (Universitätsbibliothek Basel).

6.8.1877 Leopoli (oggi Lviv, Ucraina), 8.11.1931 (suicida) Kiel, isr., di Tarnopol (Galizia, oggi Ternopol, Ucraina), dal 1905 di Basilea. Figlio di Emil, direttore di banca. Edith Kalischer, figlia di un banchiere di Berlino. Impiegato di banca, studiò poi economia a Kiel, Gottinga, Würzburg e Basilea, conseguendo il dottorato a Berna nel 1900. Lavorò come assistente all'ufficio del censimento della pop. del cant. Basilea (1902-05), segr. dell'ufficio intern. del lavoro a Basilea (1901-06) e segr. della Banca nazionale sviz. (1906-10). In seguito fu professore di economia politica all'Univ. di Basilea (1910-27) e professore all'Ist. di economia mondiale dell'Univ. di Kiel (1927-31). Elaborò perizie per il Consiglio di Stato basilese, tra cui quella sulla revisione della legge sulla Banca cant., e lavorò quale consulente nell'ambito della legislazione finanziaria per il Consiglio fed. (1914-23) e per il governo del Liechtenstein (1919-23; introduzione del franco sviz. quale moneta nazionale). L. diede inoltre impulso alla creazione degli Archivi economici sviz. a Basilea e dell'Ass. sviz. dei banchieri. Dal 1914 al 1925 fu caporedattore della Zeitschrift für schweizerische Statistik und Volkswirtschaft. Esperto internazionalmente riconosciuto di politica finanziaria e fiscale e del mondo bancario, si occupò pure di storia economica.

Riferimenti bibliografici

  • Archivio dell'Univ. presso StABS
  • Fondi presso SWA, UBB
  • F. Mangold, «Prof. Dr. J. Landmann», in SZVwS, 75, 1939, 446-468
  • NDB, 13, 503 (con elenco delle op.)
  • S. Guex, «Est-il encore possible de vivre heureux dans notre patrie?», in RSS, 45, 1995, 398-414
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.8.1877 ✝︎ 8.11.1931