de fr it

Niklaus LeonzSchalbretter

28.3.1767 Lucerna, 29.8.1832 Beromünster, catt., di Lucerna. Figlio di Josef e di Anna Maria Hertzig. Studiò teol. presso il collegio dei gesuiti a Lucerna (1778-88), dove fu vicario a Sankt Leodegar (1789-94). Prete secolare a Grossdietwil (1794-1827), decano del capitolo di Willisau (1820-27) e canonico a Beromünster (1827-32), quale ispettore scolastico l'illuminista S. sostenne lo sviluppo delle scuole rurali nel distr. di Altishofen (1799-1802), nel nono distr. (Pfaffnau, Grossdietwil, Altishofen, Reiden, 1809-18) e nell'ottava circoscrizione scolastica (Reiden, Zell, 1819-20 e 1823-27). Fra il 1816 e il 1822 fu membro della commissione preposta agli esami di teol. (Consiglio ecclesiastico) e collaborò allo Schweizerisches Idiotikon di Franz Josef Stalder. Autore di uno scritto sulla promozione della protoindustria e della libertà di industria per risolvere il problema della povertà (1817), fu promotore del memoriale clericale contro la biblioteca per insegnanti di Eduard Pfyffer, i cui testi sostenevano posizioni liberali in materia confessionale (1822). Ospite della Soc. elvetica, fu membro della Soc. di lettura di Lucerna.

Riferimenti bibliografici

  • P. Bernet, Der Kanton Luzern zur Zeit der Helvetik, 1993
  • W. Hörsch, J. Bannwart, Luzerner Pfarr- und Weltklerus 1700-1800, 1998
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 28.3.1767 ✝︎ 29.8.1832
Classificazione
Religione (cattolicesimo)