de fr it

FridolinHofer

26.10.1861 Meggen, 16.3.1940 Römerswil, catt., di Meggen, dal 1927 cittadino onorario di Römerswil. Figlio di Josef Franz, sarto e orologiaio. Celibe. Dopo le scuole magistrali a Hitzkirch (1877-81), insegnò a Buchrain e Lucerna (1881-87). In seguito visse a Firenze, dove fu precettore e studiò lingue antiche e moderne da autodidatta (1888-95), e a Parigi. Nel 1898 tornò in Svizzera da suo fratello, contadino a Eschenbach (LU) e poi a Römerswil (dal 1907), lavorando in ambito agricolo e pubblicando nel contempo i propri scritti. La sua produzione lirica si caratterizza per la musicalità dei versi, ispirati dal mondo contadino e dalla natura. Nel 1917 e nel 1931 venne premiato dalla Fondazione Schiller.

Riferimenti bibliografici

  • Stimmen aus der Stille, 1907 (19593)
  • Im Feld- und Firnelicht, 1914
  • Daheim, 1918 (19242)
  • Neue Gedichte, 1924
  • Festlicher Alltag, 1930
  • Mit leuchtendem Land versponnen, a cura di W. Haas, 1983
  • E. Lanz, «F. Hofer zu seinem 100. Geburtstag», in Gfr., 114, 1961, 160-178
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 26.10.1861 ✝︎ 16.3.1940