de fr it

HansConrad

8.4.1887 Eisenach (Turingia), 2.9.1961 Lavin, rif., di Davos. Figlio di Paul (->). Emma Brunner, figlia di Jon Andri, di Lavin. Studiò ingegneria al Politecnico fed. di Zurigo. Partecipò alla costruzione delle Ferrovie retiche nell'Oberland grigionese e nella Bassa Engadina (1910-14). Divenuto ingegnere di settore e poi ingegnere capo (1936-52) delle Ferrovie retiche, si impegnò a favore del suo ampliamento e del suo sviluppo tecnico. Fu membro di parecchi organismi nazionali legati alle ferrovie. Parallelamente, C. si distinse per le sue ricerche sulla Preistoria e la Protostoria dei Grigioni, spec. dell'Engadina. Fra il 1933 e il 1936 compì scavi sul Settimo, riportando alla luce l'ospizio medievale e resti di un insediamento romano, e fra il 1934 e il 1938 sul passo dello Julier, dove scoprì un santuario romano. Eseguì altri scavi sulla Muotta da Clüs nei pressi di Zernez (1930-31), sul Padnal presso Susch (1935-36), a Scuol-Russonch (1959-60) e in diversi siti archeologici dell'Engadina. È autore di varie pubblicazioni, tra cui Schriften zur urgeschichtlichen und römischen Besiedlung des Engadins (19812), dedicata agli insediamenti preistorici e romani in Engadina.

Riferimenti bibliografici

  • Bündner Jahrbuch, 1962, 183-185
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 8.4.1887 ✝︎ 2.9.1961

Suggerimento di citazione

Rageth, Jürg: "Conrad, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.03.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042404/2005-03-08/, consultato il 07.03.2021.