de fr it

LéloFiaux

16.1.1909 (Hélène) Pully, 25.8.1964 Vevey, rif., di Losanna. Figlia di François, notaio, e di Emma Meier. Harry James Long. Pittrice, fu allieva di Georges Aubert a Losanna, poi di Amédée Ozenfant e di André Lhote a Parigi. Dal 1928 compì numerosi viaggi, soggiornando a Parigi, a Roma (fu amica intima di Alberto Moravia), negli Stati Uniti e a Tahiti. Tornata in Svizzera nel 1939, allestì la sua prima mostra a Losanna nel 1941. Durante la guerra accolse nel suo atelier della Palud a Losanna diversi esponenti di rilievo della poesia e della letteratura romanda. Dopo aver trascorso all'estero, in particolare a Ischia e in Marocco, gli anni dal 1945 al 1954, si stabilì a Saint-Saphorin. Nel 1964 venne istituita la fondazione Lélo Fiaux a sostegno della creazione artistica.

Riferimenti bibliografici

  • Journal d'un peintre 1931-1951, 1994
  • Musée Jenisch Vevey, Vevey, Fondation Lélo Fiaux
  • AA. VV., Jean Eicher dit Loiseau, 1986
  • F. Fornerod, Lausanne, le temps des audaces, 1993, 25-28
  • L. Fiaux 1909-1964, cat. mostra Losanna, 1994
  • DBAS, 322 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.1.1909 ✝︎ 25.8.1964

Suggerimento di citazione

Marion, Gilbert: "Fiaux, Lélo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.02.2020(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042638/2020-02-04/, consultato il 22.10.2020.