de fr it

JakobBüchler

Le date di nascita e di morte sono sconosciute. B., di Eggerstanden, diede inizio al cosiddetto affare del vessillo di Appenzello (1535-39), rimproverando al Landamano Ulrich Eisenhut di aver tradito gli interessi appenzellesi in occasione di una correzione dei confini con il Rheintal e di aver rivenduto ai Sangallesi un vessillo conquistato nella battaglia di Vögelinsegg. Arrestato nel 1535, Eisenhut tentò inutilmente di difendersi; la Dieta fed. gli rese giustizia nel 1537, poco dopo la sua morte. In una seconda fase, l'affare si acuì a causa della concorrenza con San Gallo nel commercio di tele. L'influsso di B. sulla Landsgemeinde fu tale che si arrivò a progettare una spedizione militare per distruggere la produzione tessile sangallese. Nel 1539 dovette intervenire la Dieta, che multò B. e lo privò di tutti gli onori.

Riferimenti bibliografici

  • AppGesch., 1
  • H. Büchler, Die Politik des Landes Appenzell zwischen dem zweiten Kappeler Landfrieden und dem Goldenen Bund 1531-1586, 1969, 36-56