de fr it

JeanRival

17.2.1728 Ginevra, 4.7.1804 San Pietroburgo, riformato, di Ginevra. Figlio di David Rival, orologiaio, citato nelle Confessioni di Jean-Jacques Rousseau, e di Madeleine Viridet. Divenuto attore già in giovane età, con il nome di Aufresne, nel 1757 si unì alla compagnia di attori di Bordeaux e nel 1763 giunse nei Paesi Bassi. In breve tempo risvegliò l'interesse di Voltaire. Fu accolto nella Comédie française nel 1765; poiché la sua maniera di recitare non incontrò il favore dei colleghi, decise tuttavia di lasciare la compagnia ancora lo stesso anno. Si trasferì quindi al Burgtheater di Vienna, dove impartì lezioni di dizione alla giovane Maria Antonietta. In seguito Rival si esibì a Strasburgo di fronte a Johann Wolfgang von Goethe (1770), tornò a Vienna, viaggiò in Italia e Francia, prima di raggiungere Federico II a Potsdam (1774). Nel 1776 a Châtelaine interpretò una pièce di Voltaire (in sua presenza). Il suo ultimo viaggio lo condusse a San Pietroburgo (1785), dove si guadagnò l'ammirazione di Caterina II, divenne regista del teatro dell'Ermitage e docente del corpo dei cadetti. Jean Rival dovette la sua fama alla ricerca di una dizione naturale, lontana da qualsiasi ostentazione.

Riferimenti bibliografici

  • Aguet, Joël: «Aufresne», in: Dizionario teatrale svizzero, vol. 1, 2005, pp. 93-94.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Aufresne (nome d'arte)
Dati biografici ∗︎ 17.2.1728 ✝︎ 4.7.1804

Suggerimento di citazione

Jacob, François: "Rival, Jean", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.05.2021(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042734/2021-05-26/, consultato il 28.09.2021.