de fr it

JacopoAconcio

dopo il 1492 probabilmente a Trento, ca. 1566 in Inghilterra. Giurista, filosofo e antesignano della tolleranza religiosa, nel 1557 fuggì da Milano e raggiunse Basilea; a Zurigo fino all'autunno del 1558, in seguito visitò Ginevra. Dal 1559 visse in Inghilterra, dove lavorò quale ingegnere. Di nuovo a Basilea all'inizio del 1564, in questa città furono pubblicate tutte le prime edizioni dei suoi libri, tra cui De Methodo (1558) e Satanae Stratagemata (1565, ma forse già 1564; franc. Les ruzes de Satan). A. considerava ogni controversia di natura dogmatica come stratagemma di Satana e causa principale di discordie, guerre e intolleranza.

Riferimenti bibliografici

  • DBI, 1, 154-159
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Jacobus Acontius
Dati biografici ∗︎ dopo il 1492 ✝︎ ca. 1566

Suggerimento di citazione

Gilly, Carlos: "Aconcio, Jacopo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.03.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042832/2001-03-26/, consultato il 10.04.2021.