de fr it

Elisabeth Jeanne deCerjat

Ritratto (1810 ca.); miniatura anonima, acquerello e gouache su avorio (Musée historique de Lausanne).
Ritratto (1810 ca.); miniatura anonima, acquerello e gouache su avorio (Musée historique de Lausanne).

2.1.1769 Louth (Lincolnshire, Gran Bretagna), 22.8.1847 Losanna, rif., di Moudon. Figlia di Jean-François Maximilien, stabilitosi in Inghilterra, dove acquisì la nazionalità britannica, e di Marguerite-Madeleine Stample. Nubile. Rientrata nel Paese di Vaud nel 1780, C. si stabilì a Losanna. Con sua sorella Sabine si dedicò al soccorso dei poveri. Dopo aver subito un'operazione di cataratta a Heidelberg (1842), iniziò ad aiutare coloro che avevano problemi di vista; entrò in contatto con Frédéric Recordon, che aveva aperto nel 1840 un piccolo dispensario oftalmologico. Interessò al loro progetto William Haldimand e con lui fondò il ricovero per non vedenti di Losanna (1843), che dotò di un contributo di 4000 frs., mentre l'essenziale dei fondi venne fornito da Haldimand.

Riferimenti bibliografici

  • J. Schnetzler, «Histoire de la Fondation de l'Asile des Aveugles», in Asile des Aveugles, Lausanne, 1985, 7-42
  • J. Clavel, J.-D. Chausson, La pérennité d'une vocation, 1993, 18-25
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 2.1.1769 ✝︎ 22.8.1847