de fr it

MilevaMaric

All'inizio degli studi al Politecnico federale di Zurigo. Fotografia, 1896 ca. (Biblioteca nazionale svizzera).
All'inizio degli studi al Politecnico federale di Zurigo. Fotografia, 1896 ca. (Biblioteca nazionale svizzera).

19.12.1875 Titel (Austria-Ungheria, oggi Serbia), 4.8.1948 Zurigo, greco-ortodossa, cittadina austroungarica. Figlia di Milos, funzionario serbo e proprietario terriero, e di una montenegrina. (1903) Albert Einstein. Dopo il liceo reale ad Agram (oggi Zagabria), frequentato come privatista, dal 1896 al 1901 studiò matematica e fisica al Politecnico fed. di Zurigo con Albert Einstein, Marcel Grossmann e Louis Kollros, e a Heidelberg presso il futuro premio Nobel Philipp Lenard, senza però terminare gli studi. Durante il primo anno di studio divenne interlocutrice scientifica di Einstein, e in seguito anche la sua compagna. A causa della scarsità delle fonti, resta controversa l'entità del suo contributo agli studi fondamentali di Einstein durante il periodo bernese, in particolare all'elaborazione della teoria della relatività e alla messa a punto dell'apparecchio Einstein-Habicht, brevettato nel 1908. Nel 1919 M. divorziò da Einstein; i decenni successivi furono segnati da periodi di difficoltà economiche e dalla malattia mentale del figlio Eduard. Dal 1909 fino alla morte M. visse quasi ininterrottamente a Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • J. Renn, R. Schulmann (a cura di), Lettere d'amore, 1993 (inglese 1992)
  • D. Trbuhović-Gjurić, Im Schatten Albert Einsteins, 1983 (19935)
  • J. Stachel, «Einstein and Marić», in Creative Couples in Science, a cura di H. M. Pycior, 1995, 207-219
  • A. Brissoni, M. Marić Einstein, 2004
  • B. Bürki, Schöne und bittere Tage, 2007
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.12.1875 ✝︎ 4.8.1948

Suggerimento di citazione

Bankowski-Züllig, Monika: "Maric, Mileva", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.08.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042929/2009-08-04/, consultato il 30.11.2020.