de fr it

Tomás GarrigueMasaryk

7.3.1850 Göding (oggi Hodonín, Repubblica Ceca), 14.9.1937 castello di Lány, presso Praga. Filosofo e politico ceco, studiò la democrazia sviz. Nella sua opera sulla questione ceca (Česká otáska, 1895) sviluppò l'idea di una "Svizzera boema"; nella Svizzera vedeva anche un modello per la federalizzazione dell'Austria-Ungheria. Durante la prima guerra mondiale organizzò a Ginevra l'opposizione contro la monarchia austro-ungarica (1915) e dichiarò l'indipendenza della Cecoslovacchia (4 e 6.7.1915, a Zurigo e Ginevra). Nel 1917 fondò a Ginevra l'ufficio stampa del Consiglio nazionale cecoslovacco. Dopo la nascita della Cecoslovacchia (1918), ne divenne pres. fino al 1935. La sua proposta di porre la Costituzione sviz. alla base dei diritti delle nazionalità fallì di fronte all'opposizione dei partiti.

Riferimenti bibliografici

  • L. Lipscher, «Das Schweizer Modell und die nationale Frage in der Tschechoslowakei», in Bohemia, 30, 1989, n. 1, 118-124
  • R. Hain, Staatstheorie und Staatsrecht in T. G. Masaryks Ideenwelt, 1999
  • D. Jetel, Die Schweiz und die tschecho-slowakische Auslandsaktion während des Ersten Weltkriegs, mem. lic. Zurigo, 2001
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.3.1850 ✝︎ 14.9.1937

Suggerimento di citazione

Kanyar Becker, Helena: "Masaryk, Tomás Garrigue", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.10.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/042931/2009-10-29/, consultato il 22.10.2020.