de fr it

DieTat

Periodico fondato nel 1935 da Gottlieb Duttweiler, pubblicato dapprima a frequenza settimanale (fino al 1939) e poi quotidiana (1939-1978), disponibile dalla sera precedente l'edizione giornaliera.

Die Tat fu l'organo dell'Anello degli Indipendenti (AdI). Difensore delle posizioni del suo fondatore sul piano della politica interna, con il passare degli anni acquisì la reputazione di foglio serio e critico, soprattutto grazie al supplemento settimanale Literarische Tat, diretto da Max Rychner e poi da Erwin Jaeckle. Fin dall'inizio si oppose al nazionalsocialismo e prima della seconda guerra mondiale raggiunse una tiratura di oltre 40'000 copie. Con il declino della stampa politica, il giornale perse progressivamente lettori e lettrici – nel 1976 la tiratura era ancora di soli 25'000 esemplari – e registrò perdite crescenti. Poiché secondo i responsabili della Migros la pubblicazione era ormai troppo elitaria e lontana dalla realtà, venne decisa la sua trasformazione in un giornale scandalistico moderato (senza cronaca rosa e nera), con un'attenzione particolare alla protezione delle consumatrici e dei consumatori. La petizione lanciata da ca. 150 personalità della cultura, della scienza e della politica, che chiedeva di proseguire almeno la Literarische Tat, non fu ascoltata. L'ultima edizione della Tat nella sua vecchia forma fu pubblicata il 1 aprile 1977. Tre giorni dopo uscì il primo numero del nuovo tabloid, di piccolo formato e a colori, diretto da Roger Schawinski. Lo stile aggressivo, spesso critico nei confronti dell'economia, della nuova Tat non tardò a generare conflitti tra la redazione e l'editrice e finanziatrice, Migros, i cui dirigenti cercavano di influenzare l'orientamento della testata. Gli scontri sfociarono nel licenziamento del caporedattore e in uno sciopero della redazione, motivo per cui il 23 settembre 1978 il giornale non uscì. I contratti di lavoro vennero immediatamente disdetti e la quarantina di redattrici e redattori licenziati. Die Tat cessò la pubblicazione il 25 settembre 1978.

Riferimenti bibliografici

  • Biblioteca nazionale svizzera, Berna, Die Tat, 1935-1978 (e-newspaperarchives.ch).
  • Schweizerische Journalisten-Union (a cura di): Liquidiert. Erstmals streikte in der Schweiz eine Zeitungsredaktion, 1978.
  • Bollinger, Ernst: Pressegeschichte II. 1840-1930: Die goldenen Jahre der Massenpresse, 20023 (1996), pp. 139-141.
Link

Suggerimento di citazione

Ernst Bollinger: "Tat, Die", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.11.2022(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043038/2022-11-14/, consultato il 30.05.2024.