de fr it

DerRepublikanergiornale

Periodico fondato nel 1798 da Paul Usteri e Hans Conrad Escher von der Linth, membri dei Consigli elvetici. Con una tiratura di ca. 200 copie intorno al 1800 (secondo le indicazioni dello stesso giornale), fu l'organo d'informazione più importante e attendibile dell'Elvetica, caratterizzato da una cronaca scrupolosa degli avvenimenti politici. Pubblicato inizialmente a Zurigo da Orell, Füssli & Co e in seguito nelle diverse sedi del governo elvetico (dall'ottobre del 1798 a Lucerna, dal luglio del 1799 a Berna), di norma usciva due volte alla settimana, talvolta anche tre o quattro. Nonostante l'atteggiamento positivo nei confronti del neocostituito Stato unitario, il foglio difese la propria indipendenza e si schierò in favore della neutralità della Svizzera. A causa delle critiche rivolte al governo, fu oggetto di ripetute sanzioni e cambiò perciò più volte il titolo: in origine Der schweizerische Republikaner, divenne Neues Helvetisches Tagblatt nel luglio del 1799, poi Der neue Schweizerische Republikaner, Neues republikanisches Tagblatt nel 1800, Der Republikaner nach liberalen Grundsätzen nel 1801 (per due mesi) e infine Der Republikaner. All'inizio del 1801 Escher lasciò il giornale, poiché non condivideva lo spirito polemico di Usteri. Il foglio cessò le pubblicazioni nell'agosto del 1803, con la fine della Repubblica elvetica. Dal 1830 al 1846 fu pubblicato un altro periodico intitolato Schweizerischer Republikaner, che ebbe tra i suoi redattori Ludwig Snell e che fu portavoce dei radicali della campagna zurighese, sostenitori delle richieste di riforma di quest'ultima nei confronti della città.

Riferimenti bibliografici

  • S. Markus, Geschichte der Schweizerischen Zeitungspresse zur Zeit der Helvetik, 1909
  • Blaser, Bibl., 825 sg.
  • C. Guggenbühl, Zensur und Pressefreiheit, 1996, 199-206, 391 sg.
  • E. Bollinger, Pressegeschichte, 1, 19992, 137-139