de fr it

Lydia vonAuw

6.8.1897 Morges, 14.5.1994 Morges, riformata, di Morges e Benken (ZH). Figlia di Jean von Auw, droghiere, e di Henriette nata Hagenbucher. Nubile. Lydia von Auw studiò alla facoltà di teologia della Chiesa libera vodese a Losanna (1917-1921) e poi all'Università La Sapienza a Roma. Qui conobbe Ernesto Buonaiuti, uno degli esponenti di punta del modernismo, di cui frequentò i corsi e a cui si legò in profonda amicizia. Buonaiuti la influenzò profondamente e risvegliò in lei l'interesse per la storia. Nel 1924 von Auw concluse gli studi con una tesi sul modernismo cattolico. Prima donna nel canton Vaud a essere ordinata pastora a pieno titolo della Chiesa libera (1935), fu cappellana dell'ospedale di Saint-Loup (1935-1948), poi pastora a L'Auberson (1949-1960) e a Chavannes-le-Chêne (1960-1966). Animata da una profonda fede, si impegnò per un pietismo liberale. Democratica convinta, solidarizzò con la resistenza antifascista e con Buonaiuti, che dal 1935 al 1939 tenne una serie di corsi all'Università di Losanna. Quale storica nella sua tesi di dottorato (1948) e in altri studi si occupò di Angelo Clareno (ca. 1255-1337) e degli spirituali francescani. Dopo la pubblicazione integrale della sua dissertazione a Roma (1979), le ricerche di von Auw vennero riconosciute a livello internazionale.

Riferimenti bibliografici

  • Auw, Lydia von: Angelo Clareno et les spirituels italiens, 1979.
  • Auw, Lydia von (a cura di): Angeli Clareni Opera. I: Epistole, 1980.
  • Lydia von Auw. Le 12 avril 1988 à Morges, 1988 (film).
  • Kobi, Georges: Lydia von Auw. Pasteure, théologienne, historienne, 2005.
  • Oeri-von Auw, Maryse: «La théologienne protestante et le professeur romain. Lydia von Auw, Ernesto Buonaiuti. Une correspondance inédite (1922-1946)», in: Allisson, Jean-Jacques et al.: Clio dans tous ses états. En hommage à Georges Andrey, 2009, pp. 575-593.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.8.1897 ✝︎ 14.5.1994

Suggerimento di citazione

Brodbeck, Marcel Ruegg, Doris: "Auw, Lydia von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 09.06.2020(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043090/2020-06-09/, consultato il 25.07.2021.