de fr it

MartinEichler

29.3.1912 Pinnow (Pomerania anteriore, D), 7.10.1992 Arlesheim, rif., cittadino ted., dal 1979 di Arlesheim. Figlio di Max, pastore rif. (1947) Erika Paffen. Studiò matematica e fisica a Königsberg, Zurigo e Halle, dove conseguì il dottorato nel 1935. Fu assistente e professore assistente a Gottinga (1937-40, 1945-47), dove ottenne l'abilitazione e lavorò come libero docente (1939). Collaborò con la stazione sperimentale militare di Peenemünde (1940-45) e con il Royal Aircraft Establishment Farnborough, in Gran Bretagna (1947-49). Fu docente e professore fuori organico a Münster (1949-55), professore a Marburgo (1956-58) e a Basilea (1958-80). Membro corrispondente dell'Acc. delle scienze di Gottinga (1978), ottenne il dottorato h.c. dall'Univ. di Münster (1982). E. fornì contributi decisivi sulla moderna teoria dei numeri nell'ambito delle forme quadrate e automorfe, spec. sulla teoria delle forme modulari ellittiche e delle forme di Jacobi.

Riferimenti bibliografici

  • Acta Arithmetica, 65, 1993, 293-300 (con elenco delle op.)
  • J. Kramer, «Leben und Werk von M. Eichler», in Elemente der Mathematik, 49, 1994, 45-60
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.3.1912 ✝︎ 7.10.1992