de fr it

AndreasSpeiser

10.6.1885 Basilea, 12.10.1970 Basilea, rif. di Basilea. Figlio di Paul (->) e di Elisabeth Sarasin. Fratello di Ernst (->) e di Marie (->), fratellastro di Felix (->). (1916) Emmy La Roche, figlia di Ludwig, banchiere e Granconsigliere. Studiò matematica a Gottinga e Berlino (dal 1904), conseguendo il dottorato a Gottinga con Hermann Minkowski (1909). Proseguì gli studi a Londra e Parigi e nel 1911 ottenne l'abilitazione a Strasburgo. Fu professore straordinario (1917) e ordinario (1919) di matematica pura all'Univ. di Zurigo, poi professore ordinario a Basilea (1944-55, rettore nel 1950). Si dedicò alla teoria algebrica dei numeri e alla teoria dei gruppi. Su quest'ultimo argomento pubblicò una delle prime opere di sintesi (Die Theorie der Gruppen von endlicher Ordnung, 1923, ristampata più volte). Dal 1946 al 1948 diede alle stampe le opere matematiche di Johann Heinrich Lambert e, nel 1949, gli scritti naturalistici di Johann Wolfgang von Goethe (nell'ambito dell'edizione commemorativa) e fu tra i curatori delle opere complete di Minkowski. Diresse l'edizione generale delle opere di Leonhard Euler dal 1928 al 1965 e redasse 11 dei 37 volumi apparsi in quel periodo. Si interessò di arti figurative, musica e filosofia; studiò i legami di queste scienze con la matematica nei suoi lavori sugli elementi ornamentali o sulla dialettica di Platone. Nel 1945 gli fu conferito il titolo di ospite d'onore permanente dell'Univ. di Zurigo e nel 1957 il dottorato h.c. dell'Univ. di Berna.

Riferimenti bibliografici

  • J. J. Burckhardt, Die Mathematik an der Universität Zürich 1916-1950, 1980, 14-28 (con elenco delle op.)
  • P. Radelet-de Grave, «A. Speiser (1885-1970) et Herman Weyl (1885-1955), scientifiques, historiens et philosophes des sciences», in Revue philosophique de Louvain, 94, 1996, 502-536
  • NDB, 24, 654
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.6.1885 ✝︎ 12.10.1970

Suggerimento di citazione

Neuenschwander, Erwin: "Speiser, Andreas", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.01.2013(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043135/2013-01-24/, consultato il 21.10.2021.