de fr it

Alliance culturelle romande

Ass. culturale fondata da Myrian Weber-Perret (1922-1985), editrice di una rivista pubblicata a partire dal 1961 a Ginevra con il titolo Bulletin de la Commission pour une collaboration culturelle romande; dal 1963 al 1987 il periodico assunse la denominazione Cahier de l'Alliance culturelle romande. Dal 1969 la pubblicazione da semestrale divenne annuale e nell'ottobre 1981 la redazione fu trasferita a Pully. Della rivista, che contribuì ad animare la vita culturale della Svizzera francofona aprendola a diverse correnti letterarie, sono stati pubblicati 34 numeri tematici di grande formato, alcuni dei quali dedicati alla letteratura romanda e a noti scrittori come Charles Ferdinand Ramuz o Charles-Albert Cingria. Dal 1988 al 1992 la rivista uscì con il titolo Présences e sotto la direzione di Jil Silberstein.

Riferimenti bibliografici

  • S. Roth, Weber-Perret, genèse de l'Alliance culturelle romande, 1999

Suggerimento di citazione

Bollinger, Ernst: "Alliance culturelle romande", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.05.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043480/2001-05-04/, consultato il 28.10.2020.