de fr it

MaxBucher

16.3.1887 Lucerna, 4.2.1972 Lucerna, catt., di Lucerna. Figlio di Andreas, commerciante, e di Antoinette Unterfinger. (1923) Severina Amberg. Dopo gli apprendistati di droghiere e meccanico, B. avviò la produzione di apparecchi di meccanica di precisione; contemporaneamente, assieme a Hermann, suo fratello, costruì un proprio aereo privato. Dopo un periodo di istruzione presso il costruttore di aerei ted. Hans Grade, nel 1911 ottenne il brevetto di pilota d'aereo. In seguito entrò a far parte della cooperativa dell'aerodromo di Dübendorf e partecipò a numerosi meeting. Il 7.10.1911 effettuò a Dübendorf il suo primo volo notturno, della durata di 20 minuti, attirando l'attenzione del mondo intero. Per motivi fam. ed economici, nell'estate del 1912 rinunciò definitivamente al volo e vendette il suo aereo Grade. Dopo un soggiorno in Brasile, B. riprese l'attività di fabbricante a Lucerna.

Riferimenti bibliografici

  • E. Tilgenkamp, Schweizer Luftfahrt, 2, 1941-1942
  • Luzerner Tagblatt, 15.3.1967
  • A. Waldis, O. Britschgi, Flugpioniere in und über Luzern, 2000
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.3.1887 ✝︎ 4.2.1972
Classificazione
Sport / Sportivi

Suggerimento di citazione

Wydler, Henry: "Bucher, Max", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.07.2002(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043502/2002-07-16/, consultato il 20.04.2021.