de fr it

Valentin LouisTelegdi

11.1.1922 Budapest, 8.4.2006 Pasadena (California), isr., poi catt., cittadino ungherese, poi statunitense. Figlio di György, alto funzionario di una compagnia di navigazione, e di Gabriella Csillag. (1950) Lidia (Lia) Leonardi, cittadina it. Si trasferì a Vienna (1932), in Italia (1938) e a Bruxelles (1939), dove studiò chimica all'Ist. Meurice. Fu collaboratore nello studio di un notaio di brevetti a Milano (1940-43). Dopo la fuga in Svizzera (1943), studiò al Politecnico fed. di Losanna (fino al 1946), conseguendo il diploma di ingegnere chimico. Fu collaboratore scientifico presso l'ist. di fisica del Politecnico fed. di Zurigo (1946-48) e poi assistente di Paul Scherrer alla cattedra di fisica (fino al 1950). Dopo il dottorato (1950), fu assistente (dal 1951) e professore (1956-76) all'Univ. di Chicago. Nel contempo fu professore invitato al California Institute of Technology, alla Northwestern University (Illinois), al CERN di Ginevra e alle Univ. di Harvard, New York e Lovanio (Belgio). Professore ordinario di fisica al Politecnico fed. di Zurigo (1976-89), presiedette il consiglio scientifico del CERN (1981-83). Raggiunse i risultati più importanti nel campo delle ricerche sull'interazione debole, spec. tra i leptoni; per questo nel 1991 gli fu conferito il premio Wolf (insieme a Maurice Goldhaber). Membro straniero della Royal Society di Londra (2003), fu insignito di numerosi dottorati h.c. e riconoscimenti.

Riferimenti bibliografici

  • K. Winter (a cura di), Festi-Val: Festschrift for Val Telegdi, 1988 (con elenco delle op.)
  • S. Lippincott, «A Conversation with Valentine L. Telegdi», in Physics in Perspective, 9, 2007, 434-467; 10, 2008, 77-109
  • L. M. Brown, «Valentine L. Telegdi», in Biographical Memoirs of the Fellows of the Royal Society, 55, 2009, 291-304
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.1.1922 ✝︎ 8.4.2006