de fr it

HansBlum

Menzionato la prima volta nel 1549 a Zurigo, l'ultima nel 1552 a Basilea, di Lohr am Main (Bassa Franconia) e, dal 1552, di Basilea. (1549) Rägali (Regula) Kuchymeister, di Zurigo. Attestato dal 1549 al 1551 a Zurigo, nel 1552 Hans Blum giunse a Basilea come falegname e fu accolto nella locale corporazione zu Spinnwettern. Divenne noto grazie a un trattato sui cinque ordini architettonici, intitolato Quinque columnarum exacta descriptio, pubblicato nel 1550 presso Christoph Froschauer a Zurigo. Illustrata con grandi silografie, l'opera si basa sul quarto dei Sette libri dell'architettura di Sebastiano Serlio e lo stesso anno uscì anche in una versione tedesca. Fino al XVII secolo il testo conobbe numerose riedizioni e traduzioni in olandese, francese e inglese. Blum introdusse il genere del «libro delle colonne» (Säulenbuch), che contribuì notevolmente alla diffusione dell'architettura rinascimentale a nord delle Alpi. Dopo la sua ammissione nella corporazione dei costruttori, documentata nell'autunno 1552, non vi sono altre attestazioni della sua presenza e attività a Basilea. 

Riferimenti bibliografici

  • Forssman, Erik: Säule und Ornament. Studien zum Problem des Manierismus in den nordischen Säulenbüchern und Vorlageblättern des 16. und 17. Jahrhunderts, 1956, pp. 75-79.
  • Ruf, Alfons (a cura di): Die Säulenbücher des Meisters Hans Blum aus Lohr am Main, 1550-1660, 2006 (ristampa).
  • Hess, Stefan; Loescher, Wolfgang: Möbel in Basel. Kunst und Handwerk der Schreiner bis 1798, 2012.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1549 Ultima menzione 1552

Suggerimento di citazione

Hess, Stefan: "Blum, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.04.2020(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043585/2020-04-21/, consultato il 02.03.2021.