de fr it

HeinrichAnacker

29.1.1901 Buchs (AG), 14.1.1971 Wasserburg (D), rif., di Aarau; nel 1939 privato della cittadinanza sviz. su sua richiesta. Figlio di Georg Heinrich, proprietario di un'azienda litografica, e di Barbara Elisabeth Huber. Emmy Bofinger, figlia di un fornaio, di Zurigo. Intraprese studi letterari a Zurigo e a Vienna, dove entrò in contatto con il nazionalsocialismo. Dopo l'esordio, nel 1921, con Klinge, kleines Frühlingslied, si dedicò alla poesia e aderì all'ass. giovanile ted. dei Wandervogel. Nel 1932 divenne membro del partito nazionalsocialista e delle SA. Autore dei testi di celebri marce (Die Trommel, 1931; Die Fanfare, 1933; Ein Volk, ein Reich, ein Führer, 1938), divenne il maggior "poeta combattente" nazista; in quanto tale gli vennero conferiti il premio artistico del partito nazionalsocialista (1936) e l'anello onorifico dei "poeti del fronte" (1939). Scrisse 11 opere, delle quali riuscì a vendere, tra il 1932 e il 1943, oltre 180'000 esemplari. In Svizzera la sua produzione fu ampiamente tabuizzata. In quanto ritenuto responsabile unicamente di reati politici minori, dopo il 1945 sfuggì alla denazificazione. Visse di rendita nella sua casa sul lago di Costanza, presso Lindau (D), continuando imperterrito a scrivere e pubblicare testi del tutto irrilevanti sul piano artistico.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso StAAG
  • J. Hillesheim, E. Michael, Lexikon nationalsozialistischer Dichter, 1993
  • Der Bund, 21.1.1995 (suppl. letterario)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.1.1901 ✝︎ 14.1.1971