de fr it

deBeaumont

Bouthillier de Beaumont

Fam. ginevrina originaria di L'Albenc, nel Delfinato (F), rifugiatasi a Ginevra dopo la revoca dell'editto di Nantes. Louis Boutillier, detto B. (1663-1723), ricco commerciante, figlio di Théophile, ottenne la cittadinanza di Ginevra nel 1711, dopo aver acquistato, nel 1710, una tenuta a Collonges-sous-Salève (Dip. Alta Savoia, F), tuttora di proprietà della fam. Nel XVIII sec. i B. figuravano tra i principali banchieri ginevrini attivi a Parigi; in seguito si affermarono nel campo delle arti e delle scienze. Jaques-André (1715-1795), pastore, presiedette la Borsa franc. di Ginevra. I due rami tuttora esistenti della fam. discendono entrambi da Ami-François (1754-1827). Il ramo maggiore, il cui capostipite è Jacob (1782-1870), si è suddiviso a sua volta in due rami: il maggiore fu fondato da Charles-Gabriel (1811-1887), pittore, che ebbe due figli, Auguste e Pauline, entrambi pittori; esso comprende Ernest (->) e Marguerite (->); l'altro ramo, al quale appartiene Gustave (->), trae origine da Henri (1819-1898), fondatore e pres. della Soc. di geografia di Ginevra. Capostipite del ramo cadetto è Robert (1792-1882).

Riferimenti bibliografici

  • Galiffe, Notices généal., 3, 36
  • SKL, 1, 96 sg.
  • Livre du Recteur, 2, 151 sg.