de fr it

Anne Geneviève diBorbone-Condé

27.8.1619 Vincennes, 15.4.1679 Parigi, catt. Figlia di Enrico II di Borbone, principe di Condé, e di Charlotte Marguerite de Montmorency. Sorella del Gran Condé. (1642) Henri II d' Orléans-Longueville. Alla morte del marito nel 1663, la duchessa fu designata tutrice dei figli, Jean-Louis-Charles (1646-1694) e Charles-Paris (1649-1672), e quindi chiamata a governare il principato di Neuchâtel, dove non risiedette mai. Il figlio maggiore, colpito da infermità mentale, entrò negli ordini religiosi e nel 1668 rinunciò al principato a favore del fratello; questi, uomo di guerra, affidò alla madre l'amministrazione di Neuchâtel. Con la morte di Charles-Paris, Marie de Nemours, sorellastra del defunto, rivendicò la sovranità, di cui Anne Geneviève credeva essere l'unica erede. Il tribunale dei tre Stati e Luigi XIV, chiamato come arbitro, diedero ragione alla duchessa di Longueville nel 1674. B., ex frondista, si era intanto ritirata a Port-Royal des Champs (1668).

Riferimenti bibliografici

  • F. Bluche, Dictionnaire du Grand Siècle, 1990, 890 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF