de fr it

Gignilliat

Fam. losannese di architetti e di commissari agrimensori originaria di Avenches, dove è cit. dal 1396 e dove Nicod è documentato, nel 1484, quale rettore e amministratore dell'ospedale. La fam. si diramò a Losanna nel XV sec., a Lavaux e a Vevey nel XVI. Tra i numerosi notai e magistrati (con funzioni di secondo piano) attestati figura Jean (1535), notaio del vescovo Sébastien de Montfalcon. Jean (1612-1648) si legò per matrimonio alla fam. von Bonstetten, acquisendo la cittadinanza di Berna. Jérôme, castellano di Vevey e di La Tour-de-Peilz (1590), poi scriba balivale (1596), fu bisnonno di Jean François (1652), emigrato alla fine del XVII sec. nella Carolina del sud. Nel ramo losannese, Jean, cartografo, esercitò la sua attività dapprima nella regione di Aubonne, poi, dal 1684, a Ginevra. Antoine Michel, attivo nel primo terzo del XVIII sec., fu autore di importanti piani di Losanna (1721-23). Estinta in Svizzera attorno al 1750, si suppone che la fam. abbia avuto una discendenza in India alla fine del XIX sec.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ACV
  • D. L. Galbreath, Armorial vaudois, 277
  • A. Radeff, Lausanne et ses campagnes au 17e siècle, 1980
  • M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988