de fr it

Johann HeinrichMöller

12.3.1702 Rhoden in Diemelstadt (Assia), 31.3.1782 Bethlehem (Pennsylvania), prot., di Altstetten (oggi com. Zurigo). Figlio di Heinrich. (1744) Johanna Dorothea Blanner. Compì un apprendistato nella tipografia di Johann Brandmüller a Basilea (1715). Nel 1741 si recò con il conte Nikolaus Ludwig von Zinzendorf a Filadelfia (Pennsylvania), dove aderì ai Fratelli moravi e lavorò nell'azienda di Benjamin Franklin. Dopo essere rientrato più volte in Europa, aprì una propria tipografia a Filadelfia. Pubblicista, attraverso il Pennsylvanischer Staatsbote, giornale che aveva fondato nel 1762, cercò di conquistare la minoranza germanofona alla causa della Rivoluzione americana, ricorrendo tra l'altro all'esempio vittorioso dei Conf. Dal 1775 lavorò con il connazionale Hans Joachim Züblin. Nelle colonie era considerato il più influente pubblicista di lingua ted. e un fautore dell'indipendenza americana.

Riferimenti bibliografici

  • W. P. Adams, «The colonial German-language press and the American revolution», in The Press and the American Revolution, a cura di B. Bailyn, J. B. Hench, 1980, 151-228
  • A. G. Roeber, «Henry Miller's Staatsbote: A revolutionary journalist's use of the Swiss past», in Yearbook of German-American Studies, 25, 1990, 57-76
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
John Henry Miller
Dati biografici ∗︎ 12.3.1702 ✝︎ 31.3.1782

Suggerimento di citazione

Netzle, Simon: "Möller, Johann Heinrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.03.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/043715/2008-03-17/, consultato il 24.11.2020.