de fr it

LilliHaller

3.12.1874 (Elisabeth Gertrud) Kandergrund, 18.3.1935 Zollikon, rif., di Berna. Figlia di Franz, pastore rif. Nubile. Dopo il diploma di insegnante elementare, lavorò come istitutrice in Russia. In seguito studiò germanistica a Berna, conseguendo il dottorato con una tesi su Jeremias Gotthelf (1906). Tornata in Russia, dal 1910 ca. insegnò in una scuola superiore femminile a Jalta (oggi Ucraina). Nel 1917 fuggì dalla Rivoluzione d'Ottobre e tornò in Svizzera passando da Singapore. Lavorò come docente presso la scuola commerciale femminile di Berna e quale traduttrice dal russo per l'amministrazione fed., per poi stabilirsi a Zollikon e dedicarsi alla scrittura dal 1920. Fu autrice di racconti (In tiefster russischer Provinz, 1913; Der Mord auf dem Dorfe, 1918; Frau Agathens Sommerhaus, 1930), del romanzo Die Stufe (1923) e di poesie (Gedichte, 1935). Scrisse inoltre una biografia di Julie Bondeli (1924) e tradusse in ted. e curò l'edizione delle lettere di quest'ultima a Johann Georg Zimmermann e Leonhard Usteri (1930).

Riferimenti bibliografici

  • G. Brinker-Gabler, Lexikon deutschsprachiger Schriftstellerinnen, 1800-1945, 1986, 119
  • P. Bischof, «Zum Russlandbild von L. Haller und Albert Bächtold», in Bild und Begegnung, a cura di P. Brang et al., 1996, 281-295
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 3.12.1874 ✝︎ 18.3.1935