de fr it

HeinrichThyssen-Bornemisza de Kászon

31.10.1875 Mülheim an der Ruhr (Renania settentrionale-Vestfalia), 26.6.1947 Castagnola (oggi com. Lugano), catt., cittadino ted. e, dal 1907, ungherese. Figlio di August Thyssen, industriale, e di Hedwig Pelzer. 1) Margit Bornemisza de Kászon, baronessa, cittadina ungherese e olandese (divorzio nel 1932); 2) Else Zarske; 3) Gunhild von Fabrice. Studiò chimica, fisica e mineralogia a Monaco di Baviera, Berlino, Bonn e Heidelberg, dove conseguì il dottorato in chimica (1900). Poco dopo il primo matrimonio, fu adottato dal suocero ungherese e insignito del titolo di barone (1907). Stabilitosi nel castello di Rohoncz (oggi Rechnitz, Austria), avviò la collezione di quadri di antichi maestri. Con il fratello Fritz acquisì la maggioranza del gruppo industriale Thyssen (1919-21). Nel 1919 trasferì la sua collezione d'arte all'Aia e nel 1930 la espose a Monaco. Dopo averla dedicata alla memoria del padre, la spostò a Villa Favorita a Castagnola, che acquistò nel 1932.

Riferimenti bibliografici

  • H. A. Wessel (a cura di), Thyssen & Co. Mülheim a.d. Ruhr: die Geschichte einer Familie und ihrer Unternehmung, 1991
  • D. R. L. Litchfield, The Thyssen Art Macabre, 2007
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Heinrich Thyssen (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 31.10.1875 ✝︎ 26.6.1947