de fr it

HortenseAnda-Bührle

18.5.1926 Zurigo, 16.5.2014 Zurigo, cattolica-cristiana, cittadina tedesca, dal 1937 di Zurigo. Imprenditrice, mecenate ed erede di una prestigiosa collezione d'arte.

Hortense Bührle all'inaugurazione dell'ampliamento del Kunsthaus di Zurigo, 1 giugno 1958 (KEYSTONE / Photopress, immagini 50057645 e 50057640).
Hortense Bührle all'inaugurazione dell'ampliamento del Kunsthaus di Zurigo, 1 giugno 1958 (KEYSTONE / Photopress, immagini 50057645 e 50057640). […]

Secondogenita di Emil Georg Bührle e di Charlotte nata Schalk, sorella di Dieter Bührle, Hortense Bührle ricevette un'educazione borghese e frequentò scuole private: Freie Evangelische Schule a Zurigo, Hochalpines Töchterinstitut a Ftan (1940-1943), scuola internazionale St. George's a Clarens (1943-1945). In gioventù, accompagnò il padre nei suoi viaggi d'affari negli Stati Uniti. Trascorse l'estate del 1948 a New York nella famiglia amica di William J. Donovan, ex direttore dell'Office of Strategic Services (OSS, predecessore della CIA). Nel 1964 sposò il pianista Géza Anda, conosciuto alle Settimane musicali internazionali di Lucerna. La coppia ebbe un figlio, Gratian Anda.

Hortense Anda-Bührle, principale azionista di Oerlikon-Bührle, nel programma di economia Netto della televisione della Svizzera tedesca del 9 ottobre 1992 (Schweizer Radio und Fernsehen, Zurigo, Play SRF).
Hortense Anda-Bührle, principale azionista di Oerlikon-Bührle, nel programma di economia Netto della televisione della Svizzera tedesca del 9 ottobre 1992 (Schweizer Radio und Fernsehen, Zurigo, Play SRF). […]

Dopo la morte di Emil Georg Bührle (1956), Hortense Bührle, co-erede e grande azionista della Werkzeugmaschinenfabrik Oerlikon Bührle & Co (poi gruppo Oerlikon-Bührle), assunse la direzione delle organizzazioni culturali fondate dal padre (tra cui la Fondazione Goethe per l'arte e la scienza), si adoperò per le Settimane musicali internazionali di Lucerna e fece parte dei consigli di fondazione di istituzioni come l'Opernhaus di Zurigo e Pro Helvetia (1960-1967). Dopo la morte del marito (1976), Hortense Anda-Bührle creò la Fondazione Géza Anda (1977) per promuovere giovani pianisti. Fu cofondatrice, presidentessa e prima curatrice della Fondazione Collezione E.G. Bührle – alla quale gli eredi di quest'ultimo trasferirono un terzo della sua prestigiosa collezione d'arte (221 opere) nel 1960 – sviluppò il museo privato di Zurigo che ospitava queste opere, pubblicò il primo catalogo (1973) e organizzò la prima grande tournée internazionale della collezione (1990). A capo di una delle più grandi fortune del Paese (stimata in almeno 420 milioni di franchi nel 1989), Hortense Anda-Bührle fece parte dei consigli di amministrazione del gruppo Oerlikon-Bührle (dal 1967), di Bally International AG (presidentessa dal 1994 al 1998) e della banca di proprietà della famiglia Industrie- und Handelsbank AG (Ihag). In seguito a disaccordi con il fratello Dieter Bührle sulla gestione dell'azienda, nel 1990 assunse la direzione del gruppo Oerlikon-Bührle, che all'epoca si trovava ad affrontare difficoltà aggravate dalla fine della guerra fredda. Quando si ritirò dalla direzione operativa della holding, il figlio Gratian Anda, considerato l'erede della famiglia Bührle, rilevò l'azienda (2000).

Alla fine della sua vita, Hortense Anda-Bührle divenne un'attivista per i diritti degli animali e sostenne diverse associazioni, tra cui Animal Trust. Dopo la chiusura del museo privato di Zurigo nel 2015, in seguito al furto a mano armata di quattro importanti opere (per un valore di circa 180 milioni di franchi) nel 2008, sostenne la costruzione del nuovo ampliamento del Kunsthaus di Zurigo e il trasferimento delle opere della Fondazione Collezione E.G. Bührle nel nuovo edificio (inaugurato nell'autunno del 2021). Pur essendo determinata a trovare la propria strada, non risparmiò sforzi per garantire un futuro alla doppia eredità culturale e commerciale lasciata dal padre.

Vedute del Kunsthaus di Zurigo nel 2021 (fotografia aerea: Stadt Zürich, Geomatik + Vermessung; vedute interna ed esterna dell'edificio di Chipperfield: Stadt Zürich, Juliet Haller).
Vedute del Kunsthaus di Zurigo nel 2021 (fotografia aerea: Stadt Zürich, Geomatik + Vermessung; vedute interna ed esterna dell'edificio di Chipperfield: Stadt Zürich, Juliet Haller). […]

Riferimenti bibliografici

  • Kunsthaus Zürich, Zurigo, Archiv der Stiftung Sammlung E.G. Bührle.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Hortense Anda (nome da coniugata)
Hortense Bührle
Isabella Katharina Alix Hortense Bührle (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 18.5.1926 ✝︎ 16.5.2014

Suggerimento di citazione

Ueli Müller; Matthieu Leimgruber: "Anda-Bührle, Hortense", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.04.2023(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/044016/2023-04-26/, consultato il 27.02.2024.