de fr it

OttoSchlaginhaufen

8.11.1879 San Gallo, 14.11.1973 Kilchberg (ZH), rif., di San Gallo e Kesswil. Figlio di Daniel Otto, commerciante, e di Emma Baumann. (1911) Johanna Juliana Margeretha Futterer nata Wild. Studiò antropologia con Rudolf Martin a Zurigo (1899-1905) conseguendo il dottorato (1905). Assistente scientifico a Berlino (1905) e Dresda (1906), partecipò alla spedizione della marina ted. nei mari del sud (1907-10). Fu professore straordinario (1911) e ordinario (1917-50) di antropologia all'Univ. di Zurigo. Negli anni 1920-30 enunciò postulati di eugenetica, chiedendo tra l'altro il divieto dei matrimoni misti nei casi in cui "l'incrocio dovesse generare caratteri ereditari sfavorevoli". Presiedette la Fondazione Julius Klaus per lo studio dell'ereditarietà, dell'antropologia sociale e dell'eugenetica (1922-68). Concentrò le ricerche sulla valutazione antropologica del materiale raccolto durante la spedizione in Melanesia, sullo studio della pop. preistorica e protostorica della Svizzera e sull'analisi antropologica di 35'000 reclute, di cui pubblicò i risultati sotto il titolo Anthropologia Helvetica (1946 e 1959). I dati mostravano la problematica della sua attività: tramite misurazioni precise, S. sperava di poter gettare basi scientifiche per un'eugenetica "effettiva".

Riferimenti bibliografici

  • U. P. Weilenmann, Der Anthropologe O. Schlaginhaufen (1879-1973), 1990
  • C. Keller, Der Schädelvermesser, 1995
  • H.-K. Schmutz, «Schokolade und Messzirkel», in Verhandlungen zur Geschichte der Theorie der Biologie, 7, 2001, 305-317
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 8.11.1879 ✝︎ 14.11.1973

Suggerimento di citazione

Keller, Christoph: "Schlaginhaufen, Otto", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 09.08.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/044205/2011-08-09/, consultato il 26.10.2020.