de fr it

AlfredHirs

14.5.1889 Dielsdorf, 5.6.1978 Zollikofen, rif., di Dielsdorf. Figlio di Jakob, macellaio, e di Elisabeth Nauer. Elisabeth Fischer. Dopo un apprendistato presso l'ist. bancario Schoop, Reiff & Co a Zurigo, svolse un'attività commerciale a Roma e a Parigi. Entrato nel 1910 nella Banca nazionale sviz. (BNS), fu attivo in diversi settori, soggiornò a Berlino e a Vienna, e fu vicedirettore del terzo (1927) e del primo (1929) dip. Divenuto membro della direzione generale della Banca popolare sviz. (1931), fu incaricato del risanamento dell'ist. Tornato alla BNS nel 1942, fu nominato direttore generale e capo del terzo dip., acquisendo così le competenze di controllo sul mercato monetario e finanziario, oltre che sul commercio delle divise. Fu dunque corresponsabile dei controversi acquisti di oro effettuati dalla BNS presso la Reichsbank ted. Membro della delegazione sviz. durante le trattative per l'accordo di Washington (1946) sull'uso dei beni ted. depositati in Svizzera, venne criticato per la sua condotta dal capo della delegazione Walter Stucki, dal Consiglio fed. e in parlamento. Alcuni membri del comitato direttivo della banca chiesero invano le sue dimissioni da direttore generale e capo del terzo dip. Dopo il pensionamento (1954), si impegnò in diverse org. cristiane (vicepres. dell'Alleanza mondiale dell'Unione cristiana dei giovani a Ginevra, pres. dell'ist. delle diaconesse a Berna), fu vicepres. della commissione fed. delle banche (1955-59) e svolse affari finanziari per conto del governo it. Membro dell'ordine franc. della Legion d'onore (1955), fu nominato commendatore (1958) e grand'ufficiale (1964) dell'ordine al merito della Repubblica it.

Riferimenti bibliografici

  • M. Fior, Die Schweiz und das Gold der Reichsbank, 1997
  • Pubbl. CIE, 16
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.5.1889 ✝︎ 5.6.1978