de fr it

AliceRechsteiner-Brunner

23.12.1896 Küsnacht (ZH), 22.8.1946 Teufen (AR), rif., di Küsnacht e, dopo il matrimonio, di Wald (AR) e San Gallo. Figlia di Edwin Brunner, ingegnere e deputato al Gran Consiglio zurighese, e di Lina Melanie Vogt. (1921) Hans Otto Rechsteiner, pres. del tribunale distr. e contitolare di un commercio di ricami a San Gallo. Dopo la scuola elementare a Küsnacht e la scuola libera a Zurigo, soggiornò nella Svizzera franc. e frequentò la scuola superiore femminile a Zurigo (1914-16). Fino al matrimonio fu aiutante volontaria al Tannenhof, la casa di accoglienza della città di Zurigo per ragazze socialmente svantaggiate e a rischio. Nel 1924 fu eletta nel comitato cant. della Pro Juventute di Appenzello Esterno, presieduto da Clara Nef, di cui divenne la principale compagna di lotta. Condirettrice della commissione preparatoria per il contributo appenzellese alla prima Esposizione nazionale sviz. del lavoro femminile (SAFFA) a Berna (1926-28), fu cofondatrice e cassiera della Centrale delle ass. femminili di Appenzello Esterno (dal 1929) e attuaria dell'Alleanza delle soc. femminili sviz. (1935-44). Si impegnò inoltre a favore della consulenza alle madri e dell'assistenza fam. a Teufen, suo com. di residenza.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo Clara Nef presso StAAR
  • E. Böni-Häberlin, «Und hätte der Liebe nicht...», in AJb, 74, 1947, 56-58
  • C. Büttiker (a cura di), Frauen der Tat 1850-1950, 1951, 133-139
  • R. Bräuniger (a cura di), FrauenLeben Appenzell, 1999, 170-194, 694-704
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Alice Brunner (nome alla nascita)
Alice Rechsteiner (nome da coniugata)
Dati biografici ∗︎ 23.12.1896 ✝︎ 22.8.1946

Suggerimento di citazione

Fuchs, Thomas: "Rechsteiner-Brunner, Alice", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.12.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/044302/2011-12-20/, consultato il 28.10.2020.